Scoperta a New York la “rana urbana”

 
  • 15 marzo, 2012

Quante volte abbiamo sentito parlare della scoperta di nuove specie animali nella giungla? Sicuramente moltissime, e in effetti una notizia di questo tipo non riuscirebbe nemmeno a suscitare interesse.

Ma alla fine poi scopriamo che la giungla di cui si sta parlando non ha nulla a che vedere con le foreste e il Sudamerica,  ma che è invece quella urbana di New York. E le cose un pochino cambiano.

Se poi a questo aggiungiamo che la specie animale in questione è una variante della rarissima rana leopardo e che il fulcro centrale del suo habitat è Staten Island, con una certa predilezione per il prato verde dello Yankee Stadium del Bronx, voilà, ci troviamo di fronte a una notizia che sembra creata ad hoc per fare impazzire gli erpetologi di tutto il mondo.

Ma facciamo un passo indietro.

Nel 2009, Jeremy A. Feinberg, candidato al dottorato in ecologia ed evoluzione alla Rutgers University, durante una delle sue incursioni nella natura selvaggia di Staten Island, avverte qualcosa di strano nella chiamata d’accoppiamento tipica della rana leopardo del sud. Insospettito, chiama a raccolta una nutrita equipe di studiosi che, nel corso dei mesi, decidono di unirsi a lui nelle ricerche e negli studi di laboratorio, che avrebbero effettuato sul DNA degli esemplari di rana leopardo finora conosciuti (quella del nord e quella del sud).

Il risultato, tre anni dopo,  è quello che un po’ tutti si aspettavano: una specie nuova di zecca. Che però preferisce il caos metropolitano della Big City al comfort umidiccio delle paludi di periferia. Una sorta di “rana urbana” a cui, in fin dei conti, manca solo un nome.  E a questo proposito, per evitare di far passare altri tre anni, è stata creata questa pagina dove i più creativi possono sentirsi liberi di sfogare la loro fantasia. E voi? Siete pronti a dire la vostra?

 

Lascia un commento